Digiuno intermittente

Digiuno intermittente 8

Il digiuno intermittente

Il digiuno intermittente è uno strumento
pazzesco che senza ombra di dubbio può portare al successo e sostiene

ovviamente la perdita di peso. Il digiuno

ti aiuta ad entrare nello stato di chetosi molto più velocemente in quanto

esaurisce le riserve di glucosio e forza
il tuo corpo ad accedere alle tue

riserve d’energia costituiti dai grassi.
Quindi quali sono le cose da attuare?

Come si fa ad iniziare? Quali sono alcuni
particolari consigli da mettere in atto

per fare un digiuno intermittente coi
fiocchi ed aiutarci a perdere peso se

questo è il nostro obiettivo,
continuiamo. Se davvero il tuo obiettivo

è quello di perdere grasso corporeo
allora fare il digiuno intermittente è

senza ombra di dubbio un’arma incredibile a
tua disposizione,

le ricerche dimostrano come il digiuno
intermittente quindi, fare periodi

all’interno della giornata in cui si mangia
alternati a periodi in cui non si mangia

è senza ombra di dubbio la chiave per la
perdita di peso e quindi questo ti porta

ad enormi benefici sia per il tuo corpo
che per il tuo cervello. Aiuta nel caso

di malattie croniche, migliora le
funzioni del nostro cervello e migliora

la memoria, aumenta i livelli d’energia
e si lo torno a ripetere se c’è da

perdere peso è un fantastico strumento e
soprattutto ti aiuta a mantenere il peso

in eccesso alla larga che è ancora più
importante. Perché tutti quanti sono

bravi magari in un mesetto a perdere
peso in eccesso ma quello che succede

sempre è che poi si ritorna sempre punto
a capo

questo perché si fanno le cose sbagliate.
In quanto nella maggior parte dei casi

non sono cose che si possono mantenere,
non sono sostenibili e quindi non

rientrano nello stile di vita, quello che
facciamo qui il metodo ketolife è uno

stile di vita e quindi tutto ciò che si
fa deve essere sostenibile nel tempo

altrimenti serve a zero.
Come funziona il digiuno intermittente?

Innanzi tutto quello che c’è da dire che
ci sono diverse

metodologie, quella più famosa, quelle che
le persone riescono a mantenere nel

tempo è senza ombra di dubbio il digiuno
intermittente 16, 8, ovvero molto

semplicemente per 16 oppure 18 ore si fa
a digiuno e per le restanti ore quindi 8

o 6 ore
si va a mangiare tutto quello che si

deve mangiare, quindi questa diventa la
finestra dell’alimentazione che appunto

si va da alternare alla finestra di
digiuno. Non spaventarti al sentire che

per 16, 18 ore non si mangia perché la
cosa più semplice di questo mondo

quando fai questo stile di vita, quando
sei in chetosi nutrizionale, perché

la fame diventa solo un cattivo ricordo
ed in più se al mattino invece di

saltare semplicemente la colazione
aggiungi bulletproof coffee la fame, la

voglia di zuccheri durante le giornate,
gli sbalzi di energia diventano solo un

ricordo appunto. Tantissime ricerche
dimostrano come il digiuno intermittente

acceleri la perdita di peso in
particolare nel 2015 una ricerca

condotta su 40 differenti studi ha
dimostrato come persone che facevano il

digiuno intermittente, quindi attenzione
non pensando a che cosa mangiare, solo il

digiuno intermittente hanno perso circa
5 kg in 10 settimane,

un’ altro studio ha dimostrato come il
digiuno intermittente a giorni alterni

abbia fatto perdere 7 kg in
13 settimane quindi funziona. In più

il digiuno intermittente riesce e
funziona dove tantissime altre

metodologie per perdere peso non
funzionano va a ridurre il grasso

viscerale quello dannosissimo per la tua
salute.

Che cos’è il grasso viscerale? E’ quel
grasso che va tra virgolette a ricoprire

gli organi nella tua regione addominale
e gli studi hanno dimostrato come circa

dopo sei mesi le persone abbiano ridotto
più del 6, 7 per cento del loro grasso

viscerale
quindi tantissimo. Ma arriviamo ora a una

cosa molto importante come fa il bisogno
intermittente ad aiutarti a perdere peso.

Io lo comprendo che all’inizio tutto
questo possa sembrare strano siamo

abituati a non resistere più di due ore
senza dover per forza mangiare qualcosa,

ma attenzione perché il digiuno intermittente non è una cosa così strana se

ci pensiamo,
i nostri antenati vivevano a situazioni

in cui magari il cibo scarseggiava per
ore eppure a noi oggi siamo qui a parlare,

tu sei qui a guardare questo video, questo
significa che siamo sopravvissuti perché

il nostro corpo è in grado di
fronteggiare queste situazioni,

figuriamoci se non in grado di
fronteggiare 16, 18 ore senza mangiare. In

cima ai benefici del digiuno intermittente
c’è senza ombra di dubbio che fa

scatenare la tempesta perfetta di
cambiamenti metabolici all’interno del

tuo corpo, che favoriscono alla perdita
di peso e favoriscono la perdita del

grasso addominale.
Come funziona: Numero uno inizia lo stato

di chetosi, a dire il vero la piena chetosi nutrizionale non è così semplice

da raggiungere, bisogna avere una piccola
pianificazione, bisogna davvero ridurre

molto l’assunzione di carboidrati, ma con
il digiuno intermittente abbiamo a nostra

disposizione una scorciatoia verso lo
stato brucia grassi.

Infatti grazie al digiuno esauriamo
completamente le riserve di glucosio che è

la nostra prima fonte di energia e
quindi il corpo è forzato ad iniziare ad

utilizzare i nostri grassi per produrre
energia,

questo processo è lo stato di chetosi.
La chetosi migliora la chimica del

nostro sangue, riduce l’infiammazione e
velocizza la perdita di peso, quindi

direi che ne vale veramente la pena
sperimentarla. Se poi davvero vuoi ottenere

il massimo dei risultati
allora qui è il caso di abbinare al

digiuno intermittente uno stile di vita
chetogenico quindi una alimentazione

chetogenica, bada bene che non ho detto
dieta chetogenica perché dieta è

parola che ormai non sopporto più, tutti
quanti abbiamo associato alla parola

dieta restrizione e dolore quando in realà
significa stile alimentare,

quindi basta parola dieta. Numero uno aiuta
a ripristinare la sensibilità

dell’insulina prevenendo il diabete e
l’accumulo di peso.

Numero due digiunare aiuta ad abbassare
i livelli di insulina a digiuno ed un

basso livello di insulina è l’indizio è
il segnale che diamo al nostro corpo per

iniziare ad utilizzare i nostri grassi
per produrre energia perché finché l’insulina

è alta significa che noi nel sangue
abbiamo tanti zuccheri in circolo e se

abbiamo tanti zuccheri in circolo il
nostro corpo prima utilizzerà quelli per

produrre energia non accedendo mai alle
nostre riserve di grassi e questo è un

motivo per cui noi mangiamo, mangiamo,
mangiamo e le nostre riserve di grassi

aumentano è questo il motivo perché non
utilizziamo mai queste riserve per

produrre energia ma utilizziamo gli
zuccheri che abbiamo in circolo. Numero tre

migliora i livelli di colesterolo. Il
digiuno intermittente impatta

positivamente sui nostri livelli di
colesterolo perché va appunto ad

impattare su quello che viene definito
cattivo colesterolo quindi ldl e vldl

ovvero stanno per low density
lipoprotein e very low density

lipoprotein e mentre in realtà
a migliorare il colesterolo non impatta

sulla parità di peso
ciò che è importante è che le persone

obese fortemente in sovrappeso hanno
livelli di colesterolo ldl e vldl a

livelli estremi molto dannosi e quindi
aumenta tantissimo il rischio di

malattie cardiovascolari. Numero quattro riduce
l’infiammazione. Ridurre l’infiammazione

è chiave nella perdita di peso aumenta
le nostre possibilità di una vita più

longeva e riduce drasticamente il rischio
di malattie molto serie come l’alzheimer

ed il cancro ed è per questo che ridurre
l’infiammazione, ridurre lo stress del

nostro corpo è alla base dello stile di
vita ketolife, non importa perdere

peso quello è un risultato, alla base del
perdere peso

ci deve essere ridurre l’infiammazione,
quindi noi andiamo ad agire su queste

cose, che come conseguenza come effetti
collaterali positivi se c’è da prendere

peso
ti farà perdere peso, ma il focus deve

essere sull’infiammazione non sul
perdere peso. Numero cinque aumenta il

metabolismo. Studi condotti su animali
hanno dimostrato come aumenta il

metabolismo del glucosio, delle proteine
e dei grassi ed aumentare il nostro

metabolismo basale e chiave nella
perdita di peso,

inoltre il digiuno va anche ad aumentare
la produzione di alcuni ormoni come

adrenalina e noradrenalina che sono
cruciali per aumentare l’utilizzo delle

nostre riserve di grassi nella
produzione di energia. Come si fa ad

iniziare il digiuno intermittente? Vediamolo.
Non c’è una tipologia di digiuno

intermittente che vada bene per tutti
quindi ognuno di noi deve sperimentare,

si può partire ovviamente dal digiuno 16,
8 è che quello che ho spiegato in

precedenza, oppure c’è il digiuno
intermittente a giorni alterni dove in

particolare si mangia un giorno sì e un
giorno no, oppure c’è una tipologia di digiuno intermittente chiamata dieta omad in cui
ci ho fatto un video in cui spiego tutto

quanto in cui si mangia una volta giorno.
Si deve sperimentare, si deve ascoltare

il proprio corpo e capire cosa funziona
per noi. Se fare digiuno intermittente

ci lascia dei sintomi un po’ negativi, ci
lascia della stanchezza, fare un piccolo

passo indietro
farlo solo 2, 3 volte a settimana magari e

poi nel tempo migliorare.
Ora tre consigli aggiuntivi per

migliorare, massimizzare la perdita di
peso. Numero 1 bevi bulletproof coffee, saltare

completamente la colazione non è per
tutti quanti è una cosa che io faccio

tranquillamente tantissime altre persone
fanno tranquillamente, magari alcune

persone non lo fanno tranquillamente
quindi qui è il momento di aggiungere

una bella tazza di bulletproof coffee
che contiene i grassi giusti per

mantenerti comunque in uno stato di
digiuno in cui ti porti a casa la

maggior parte degli effetti benefici del
digiuno tra cui l’autofagia. Numero 2

valuta di seguire un’alimentazione a
basso contenuto di carboidrati, mangiare

meno carboidrati e soprattutto
ovviamente quelli sbagliati non sto

parlando delle verdure ti aiuterà a
gestire molto di più la fame e la

sazietà ed accedere molto più
velocemente allo stato di chetosi

nutrizionale ovvero quello stato in cui
le tue riserve di grassi vengono

utilizzate per produrre energia e quindi
non si accumulano più anzi piano piano

spariscono nel tempo. Numero 3
interrompi il digiuno con un bel pasto

sempre in stile alimentazione
chetogenica, quindi tanti grassi salutari

giusti, il giusto di proteine e pochi
carboidrati che vuole sempre comunque

dire una montagna di verdure. Negli
ultimi mesi sto lavorando assiduamente

ad un progetto che per me è davvero molto
importante che ha l’obiettivo di portare

le persone dalla teoria alla pratica e
quindi mi sono messo lì ed ho cercato di

trovare una soluzione insieme a voi
per fare tutto questo. Il progetto si

chiama Kaylab ed ha proprio
l’obiettivo di mettere un pochino da

parte la teoria ed insegnare le cose che
si devono fare per ottenere dei

risultati,
ovviamente non si parla mai solo ed

esclusivamente dell’alimentazione,
anzi, si parla di allenamento, si parla di

dormire di qualità, si parla della
gestione dello stress, meditazione e

respirazione, si parla anche di sesso
perché ci sono tantissime cose

importanti da sapere e tantissimo altro,
tutto questo è il progetto Kaylab è il

livello successivo è la pratica è come
fare le cose. Qui sotto in descrizione se

vuoi saperne qualcosa di più
trovi un link in cui si aprirà una

pagina con tutte le informazioni
necessarie.

Se ti stai chiedendo qual è la
differenza tra un contenuto gratuito e un

contenuto a pagamento, nel modo più
semplice possibile è questo, il

contenuto gratuito è fantastico, ha
tantissimo valore ma chiaramente è un

contenuto entry level è un po’ generico è
informativo e teorico, il contenuto a

pagamento come ad esempio all’interno di
un mio corso o all’ interno del progetto Kaylab

è un contenuto di un livello
successivo, dove chiaramente ti spiego

anche il perché si fanno quelle determinate cose ma per lo più ti spiego

la pratica, come farla, quando farla e
come ottenere il massimo da quella cosa

questo è l’obiettivo chiaramente del
livello successivo. Sotto in descrizione

trovi tutte le informazioni grazie per
aver guardato questo video noi ci

vediamo la prossima. Ti ricordo che ogni
lunedì, mercoledì e venerdì alle 9 del

mattino troverai
su tutti i miei social un nuovo video

contenuto di questo tipo.

Dieta chetogenica

Dieta chetogenica 10

La dieta chetogenica

L’alimentazione low carb high fat o chetogenica ciclica ha aiutato migliaia di persone a perdere peso, ad essere più in forma ed allo stesso tempo a guadagnare incredibili livelli di energia, focus e concentrazione. Tutto ruota intorno ad un pilastro principale, imparare come alimentare in modo efficiente il nostro corpo ed il nostro cervello mentre eliminano tutte le tossine e tutte le cattive abitudini che ci hanno tenuti intrappolati nel passato. Tutto questo all’inizio potrebbe preoccupare, può sembrare tantissima roba da imparare, la realtà è che non c’è assolutamente
bisogno di una laurea in biochimica per iniziare a ottenere immediatamente incredibili cambiamenti per quanto riguarda umore, performance e composizione corporea.

Non ci sono complicate regole e non ci sono concetti complicati da memorizzare. Arriviamo subito ai benefici di questo tipo di alimentazione più energia, miglior focus e concentrazione, perdita di grasso corporeo, guadagno di massa muscolare, miglioramento dell’umore, miglioramento della felicità in generale, mai più desiderio di cibo e migliori performance a lavoro, a casa e nello sport. Ti sentirai incredibilmente sazio per ore e non avrai più il desiderio di cibo e di dolci, ci concentreremo su cibo incredibilmente nutriente e ad alta qualità non si conteranno calorie.

Hai mai iniziato un qualsiasi tipo di dieta con l’esigenza e la frustrazione di dover essere perfetto a tutti i costi? Bene, questo è proprio un motivo per cui la maggior parte delle diete non possono funzionare, questo tipo di alimentazione è completamente differente, qui gli alimenti esistono in uno spettro.

Gli alimenti che fanno parte della zona verde sono alimenti perfetti e vanno mangiati a sazietà, per quanto riguarda invece gli alimenti dalla zona gialla questi, per qualcuno potrebbero causare problemi di infiammazione e problemi digestivi quindi bisogna prestarci attenzione. Infine abbiamo gli alimenti della zona rossa, questi alimenti, sono gli alimenti kryptonite che è meglio starci alla larga il più possibile. 

Ora per te 9 step da seguire per iniziare ad entrare in questo fantastico mondo. 

Numero 1: elimina gli zuccheri, attenzione qui perché sono nascosti ovunque ad esempio nei succhi di frutta e negli yogurt. 

Numero 2: rimpiazza gli zuccheri con i grassi giusti, parliamo quindi di burro giallo Grass-fed, Ghee, olio di cocco, olio mct, olio extravergine di oliva, burro di cacao, questi ti daranno energie molto più stabili e ti daranno sazietà per molte più ore. Evita come la peste tutti i grassi di scarsa qualità come gli oli vegetali. 

Numero 3: passa a carne di qualità e a pesci selvaggio, concentrati quindi su carne senza antibiotici e no ogm e su pesce piccolo oppure selvaggio in modo che non contengano tossine. 

Numero 4: rimuovi i grani e il glutine. 

Numero 5: limita il più possibile i legumi e se proprio vuoi mangiarli lasciali in ammollo tutta la notte e poi cuocili tu stesso. 

Numero 6: attenzione ai latticini la maggior parte delle persone si sente molto meglio quando non mangia formaggi e latticini di ogni genere, se proprio vuoi averli concentrati su latticini interi di qualità. 

Numero 7: passa a frutta e verdura organica ogni volta che è possibile. 

Numero 8: cucina gentilmente, quindi a fuoco basso e lentamente, non utilizzare il forno a microonde, non grigliare e non friggere, perché questo va a rovinare a rendere tossico l’alimento che stai per mangiare.
Numero 9: limita il consumo di frutta a 1-2 porzioni al giorno, la frutta non è verdura, la frutta contiene tantissimi zuccheri ovvero il fruttosio, scegli la frutta a basso contenuto di zuccheri come ad esempio more, mirtilli e lamponi. 

Ricorda sempre la regola più importante: non c’è da contare le calorie, i cibi concessi si possono mangiare liberamente, quindi concentrati su tantissima verdura, sul giusto di proteine come carne e uova e su tanti grassi salutari come condimento
oppure utilizzati per cuocere. 

Devi fare tutti questi step in un colpo solo? Assolutamente no, ognuno al suo passo
anche solo un paio di questi cambiamenti porterà nella tua vita tantissima energia, concentrazione e ti sentirai molto meglio e molto più in forma, chiaramente più fai, più velocemente otterrai.

Un abbraccio, Coach Cristian

Come preparare il Bulletproof Coffee

Come preparare il Bulletproof Coffee 12

Come preparare il Bulletproof Coffee

Il Bulletproof Coffee è ormai diventato popolarissimo sopratutto tra le persone che seguono la dieta chetogenica ed ancora di più tra la KETOLIFE Family.

Il Bulletproof Coffee è la tua nuova super colazione

Le colazioni tipiche sono ricche di zucchero e di carboidrati raffinati che elevano di parecchio i tuoi zuccheri nel sangue. Sicuramente all’inizio potresti anche percepire un pò d’energia, ma verso metà mattina avrai parecchia fame, sarai stanco e non riuscirai a concentrarti bene.

D’altra parte iniziare il tuo giorno con il Bulletproof Coffee…

  • Sopprime la fame e la voglia di fare spuntini: i grassi di qualità dell’olio MCT ti terranno sazio per ore.
  • Lucidità mentale ed energia: l’olio MCT si convertirà molto velocemente in chetoni e questi saranno il carburante di cui il tuo cervello ha bisogno per performare al massimo.

Sostituisci la tua solita colazione ricca di zuccheri ed inizia la tua giornata con i giusti grassi. Quando ti senti super lucido mentalmente ed in allerta e la fame sarà solo un ricordo, non sarai più in grado di tornare alle vecchie cattive abitudini.

Non tutti i grassi ti renderanno grasso

Infatti, mangiare molti dei grassi giusti può essere un modo potentissimo per combattere la voglia di snack ed il continuo desiderio di dolci, senza contare la qualità di carburante che darai al tuo cervello.

Contrariamente ad altra grassi di scarsa qualità, i grassi dell’Olio MCT arrivano direttamente al tuo fegato. A questo punto, il tuo corpo inizia a trasformali in chetoni per poi “bruciarli” per produrre energia – non verranno quindi immagazzinati nel tuo giro vita.

Bonus: poiché i grassi ti faranno sentire sazio più a lungo, ti ritroverai automaticamente a mangiare di meno aggiungendo grassi ad elevata qualità ai tuoi super piatti cheto.

Come si fa a preparare questa spettacolare bevanda? È davvero molto semplice:


(cliccando sui link qui sotto si aprirà la relativa pagina di Amazon per poterli acquistare)

 
  1. Fai bollire una quantità d’acqua a piacere, giusto per riempire la tua tazza preferita
  2. Dentro una French Press (oppure caffettiera americana) metti due cucchiai di caffè bio Arabica 100%
  3. Versa l’acqua bollente dentro la French Press e pressa verso il basso con lentezza
  4. Versa ora il contenuto dentro al tuo frullatore
  5. Aggiungi 1-2 Tablespoon di burro giallo oppure ghee grass fed
  6. Aggiungi 1-2 Tablespoon di Olio MCT (C8 100%) oppure Olio di Cocco vergine pressato a freddo (meno efficace dell’Olio MCT)
  7. Frulla per 20 secondi
  8. Servi nella tua tazza ed il gioco è fatto

Domande frequenti sul Bulletproof Coffee

Interrompe il digiuno?

Per come utilizziamo noi il digiuno nello stile di vita KETOLIFE, ovvero per ottenere il beneficio dell’autofagia, la risposta è no. Qui sotto il video con la spiegazione esaustiva.

Posso bere più Bulletproof Coffe durante la giornata?

Certamente si, ma essendo molto saziante ti verrà comunque difficile berne più di due massimo tre.

In più come ormai saprai è fortemente sconsigliato bere caffè dopo le 14:00 in quanto la caffeina, per quanto possa fare bene a quasi tutte le persone, è comunque uno stimolante e quindi distrugge la qualità del sonno. 

Quindi potresti berlo al mattino ad esempio e se decidi di saltare il pranzo, al posto del pranzo.

Non mi piace il caffè posso usare altro?

Non devi usare per forza il caffè per ottenere la maggior parte dei benefici del Bulletproof Coffee. Infatti, puoi utilizzare il tè.

Posso usare qualunque Olio MCT?

La risposta è un secco no. Ciò che ti da questi benefici sono i grassi a catena media C8. La maggior parte di Oli MCT sono un misto di C6 – C12 – C8 rendendo il prodotto molto scadente. 

Devi utilizzare Olio MCT C8 100%, come quello che ti suggerisco io in questa pagina.

Qui sotto due video incredibili che ti spiegano tutto quello che devi sapere sul Bulletproof Coffe.

50 consigli per un anno spettacolare

50 consigli per un anno spettacolare 14

Ho studiato tanto, ho imparato tanto, ho fatto tanto, ho ascoltato tanto.  Mi sento di darti i consigli che ho appena dato a me stesso, per quella che è la mia esperienza e per tutto ciò che imparo dai miei mentori.

 Sono convinto tu ne possa fare buon uso. 

1. Allenamento/movimento tutti i giorni

2. Prendi sul serio la gratitudine

3. Aspettati il meglio e preparati per il peggio

4. Scrivi sul tuo diario

5. Leggi ed impara

6. Programma la settimana in anticipo

7. Conosci le 5 priorità della tua vita

8. Rinuncia alle distrazioni

9. Bevi tanta acqua

10. Migliora ogni giorno in ciò che fai

11. Trova un mentore

12. Svegliati sempre alla stessa ora

13. Fai meno pasti

14. Sii un eroe/eroina per qualcuno

15. Sorridi ad uno sconosciuto

16. Sii la persona più etica che conosci

17. Mira sempre all’eccellenza

18. Goditi le gioie della vita

19. Studia

20. Cammina nei boschi

21. Perdona chi ti ha creato problemi

22. Crea momenti indimenticabili con le persone che ami

23. Abbi 5 migliori amici

24. Sii educato

25. Non essere superficiale

26. Non giudicare chi non conosci

27. Guarda meno televisione

28. Evita i programmi di notizie

29. Sii felice di ciò che già hai

30. Persegui i tuoi sogni

31. Sii autentico

32. Sii passionale

33. Chiedi scusa quando sai che dovresti

34. Non perderti mai un momento, per celebrarne un altro

35. Abbi una missione per la tua vita

36. Conosci i tuoi punti di forza

37. Focalizzati sugli aspetti positivi

38. Sii paziente

39. Non mollare mai, tieni duro sempre

40. Usa con cura le parole

41. Viaggia di più

42. Onora i tuoi genitori

43. Sii un fantastico “compagno” d’avventure

44. Non sprecare energie nel criticare

45. Spendi tempo tra le montagne

46. Conosci i tuoi 5 migliori valori

47. Passa dal “essere occupato” al “raggiungere risultati”

48. Innovati sempre

49. Parla meno. Ascolta di più

50. Sii la miglior persona che conosci.

Insomma: Fa che la tua vita abbia un senso, sempre e comunque. Ogni giorno, nonostante tutto e tutti. Spero che tu possa trovare tanti spunti utili sulla quale riflettere. Ne approfitto per farti nuovamente gli auguro per uno spettacolare 2019.

Ultima cosa: impara a volerti bene.

7 Motivi per cui non stai perdendo peso nella cheto (LCHF)

7 Motivi per cui non stai perdendo peso nella cheto (LCHF) 16
7 Motivi per cui non stai perdendo peso nella cheto (LCHF) 17

 Ci sono sette ragioni principali per cui non stai perdendo peso nella Keto, nonostante i tuoi migliori sforzi.

  • Non sei effettivamente in chetosi. Lo stato in cui il tuo corpo brucia i grassi per produrre energia invece dei carboidrati.
  • Stai mangiando troppo. Se ancora non sei in grado di ascoltare il tuo corpo potresti mangiare molto di più di quel che dovresti e questo non va bene.
  • Non stai mangiando abbastanza. La restrizione calorica porta a cambiamenti nel metabolismo, che fanno deragliare i tuoi progressi.
  • Stai mangiando troppe proteine. La keto è una dieta moderata in proteine, quindi mira al 20-25% delle calorie derivanti appunto da esse.
  • Stai mangiando troppi carboidrati. 20-50 grammi di carboidrati netti al giorno è tipico della keto come base di partenza.
  • Sei intollerante o allergico a qualcosa che stai mangiando. Queste causano infiammazione che a sua volta può portare ad un aumento di peso.
  • Sei leptino resistente. Questo è causato da sonno irregolare, stress, eccesso di cibo e restrizione calorica. Fortunatamente, seguendo la cheto si risolve questo problema.

Nonostante tutti i tuoi migliori sforzi, non stai perdendo peso con la Keto. Forse sei in stallo o forse addirittura hai guadagnato peso. Non hai perso un cm di girovita. Non hai perso un chilo. Insomma ti sei arenato.

Ora sei confuso. Hai posto tante speranza per Keto. Quindi ora cosa fare?

7 Motivi per cui non stai perdendo peso nella cheto

La LCHF poiché è composta da pochi carboidrati netti è un’alimentazione che costringe il tuo corpo a bruciare grassi invece di glucosio come carburante per produrre energia.

Non utilizzando il glucosio, il tuo corpo non avrà più tutti gli alti e bassi che portano a morsi della fame, crolli di energia e voglie improvvise. In più i livelli di zucchero nel sangue rimangono stabili ed il tuo corpo perde il peso in eccesso, ed anche velocemente.

Eppure, per qualcuno non sta funzionando. Ecco i sette principali motivi per cui non si perde peso nell cheto.

Motivo n. 1: nonostante tutto, non sei in chetosi

La chetosi può essere difficile da raggiungere quando si inizia per la prima volta. Molte persone pensano di essere in chetosi dopo aver seguito la keto per una o due settimane.

Ricordo che avere i chetoni nel sangue non significa essere in chetosi nutrizionale. O meglio: è una condizione necessaria ma non sufficiente, nel senso che i chetoni nel sangue ci devono essere con costanza, non 7 giorni si e 3 no e così via.

Chetoni nel sangue con costanza mi permettono di raggiungere la chetosi nutrizionale. Quindi se dopo 3 giorni di cheto vedi il viola nel ketur test, bene! Ma non sei in chetosi nutrizionale.

Per capire come misurare i chetoni guarda il mio articolo in merito.

Motivo n. 2: stai mangiando troppo

Diciamo sempre che nella cheto se rispettiamo le regole base diventa non necessario contare le calorie.

Perché questo? Perché la cheto bilancia gli ormoni, e quindi bilancia gli zuccheri nel sangue e soprattutto l’ormone della fame e della sazietà.

Se mangio le cose giuste, e le mangio con calma ed ascolto il mio corpo quindi mangio quando ho fame e smetto quando sono sazio, attenzione qui: ho detto sazio e non pieno che scoppio, allora non è necessario contare le calorie!

Ma ci sono due casi dove potrebbe essere opportuno farlo:

  1. Mangio in modo vorace, non mi riesco a controllare insomma.
  2. Nonostante credo stia facendo bene anche qui, non perdo peso. Ecco allora potrebbe essere d’aiuto prestare attenzione ai macronutrienti, considerando un 5-10% di carboidrati, un 20-20% di proteine ed un 70-80% di grassi.

Motivo n. 3: non stai mangiando abbastanza

Se consumi poco cibo, il tuo corpo entra in modalità carestia. Il tuo tasso metabolico diminuisce per proteggere gli organi e le normali funzioni corporee.

Allo stesso modo, nel tentativo di conservare se stesso, il corpo rallenta in risposta a livelli di energia insufficienti o esercizio eccessivo.

Così, mentre pensi che stai facendo grandi passi avanti verso i tuoi obiettivi di perdita di peso mangiando di meno, in realtà ti stai preparando per raggiungere: il fallimento.

Motivo n. 4: stai mangiando troppe proteine

Non riesco mai a capire come mai sia malinteso comune che la chetogenica sia un’alimentazione ricca in proteine ​​- quando la realtà è che è moderata in proteine.

Troppe proteine ​​possono farti uscire dalla chetosi, attraverso un processo chiamato gluconeogenesi, in cui il tuo corpo converte le proteine ​​in eccesso in zucchero e quindi inizierà ad utilizzare prima il glucosio per produrre energia e non brucerà più il grasso.

Motivo n. 5 : stai mangiando troppi carboidrati

I carboidrati possono ingannare in particolare perché sono nascosti in molti cibi non sospetti come le verdure crocifere, i fagiolini, i latticini e le noci. Poiché questi sono alimenti che possono rientrare nella cheto (tranne i latticini, ma poi ognuno fa come vuole), mangiali con moderazione.

Un altro passo falso comune: ragionare in carboidrati totali e non in carboidrati netti. I carboidrati netti sono i carboidrati totali meno le fibre. Semplice.

Per mantenere i tuoi carboidrati sotto controllo:

  • Riempi il tuo piatto con verdure a basso contenuto di carboidrati come asparagi, avocado e zucchine. Presta più attenzione alle verdure a più alto contenuto di carboidrati come broccoli, cavoletti di Bruxelles, cavolo e cavolfiore. Non ho detto non mangiarli, ho detto presta più attenzione.
  • Preferisci frutta che va daccordo con la cheto, come more, mirtilli e lamponi per il dessert occasionale
  • Concentrati su proteine ​​ad elevato contenuto di grassi.

Motivo n. 6: Sei intollerante o allergico a qualcosa che stai mangiando

Le allergie alimentari più comuni sono latte, uova, arachidi, noci, grano, soia, pesce e crostacei. Mentre le allergie alimentari sono cose serie e ce ne accorgiamo quasi subito, le intolleranze alimentari possono essere più insidiose.

Anche se non sono pericolose per la vita, causano squilibri nell’intestino che portano all’infiammazione, che può influire direttamente sul peso.

Motivo n. 7: sei leptino resistente

La leptina è l’ormone che invia un segnale al cervello per avvisarlo che sei soddisfatto del pasto. È quindi responsabile della regolazione di quanto consumi nei pasto. In sostanza, indice il cervello a farti percepire che sei sazio.

Quindi, se quest’ormone non funziona come dovrebbe, la sazietà diciamo che non arriva proprio al momento giusto, e quindi si tende ad over-mangiare.

La resistenza alla leptina è causata da sonno irregolare, stress, eccesso di cibo e restrizione calorica. Fortunatamente, seguendo questo tipo di alimentaizone si può resettare la sua sensibilità.

Solo abbi pazienza posso essere necessarie anche 6-8 settimane e non usarla come scusa per over mangiare ogni volta che ne hai la possibilità.

Mi raccomando, perché ormai vi conosco: non ho detto che se non perdi peso hai questo problemino, ho solo detto che è una possibilità. Prima sistema tutto il resto che è molto probabile che non sia a posto.

Nota finale: quanto grasso davvero hai da perdere?

È possibile che tu non abbia così tanto grasso da perdere come pensi. Meno grasso abbiamo da perdere, più il nostro organismo combatterà per farlo restare li dov’è.

Perché ti voglio ricordare, che anche se tutti quanti odiamo il grasso, in realtà questo nient’altro è che energia immagazzinata per permetterci la sopravvivenza in futuro.

Che poi, abbiamo deciso di immagazzinarne un pò troppa, questo è tutto un altro discorso.

Come misurare i chetoni nel nostro corpo

Come misurare i chetoni nel nostro corpo 19
Come misurare i chetoni nel nostro corpo 20

Prima di capire come misurare i chetoni è opportuno dire due parole su che cosa sono i chetoni.

Con chetoni intendiamo molecole molto piccole che vengono create nel nostro fegato partendo dagli acidi grassi.

Essendo molto piccole come molecole, queste sono solubili nell’acqua e sono quindi molto semplici da trasportare nel flusso sanguigno. Si, più semplice rispetto agli zuccheri semplici.

In ogni caso anche se mangiamo tantissimi carboidrati sbagliati, una minima quantità di chetoni è sempre presente in quanto è naturale. Man mano diminuiamo l’introito di carboidrati oppure abbiamo esaurito le riserve di carboidrati (glicogeno), la produzione di chetoni aumenta.

Quando sei in chetosi, il tuo fegato produce grandi quantità di chetoni per fornire energia al cervello ed al corpo. Un modo, ripeto: un modo, per determinare se sei in chetosi è misurare la presenza di chetoni nel nostro corpo.

Esistono diversi modi per testare i chetoni, sebbene alcuni siano più precisi di altri. Alla fine ti spiegherò il mio preferito.

Misuratore di chetoni nelle urine

Clicca qui per acquistarle su Amazon

Queste strisce indicano la quantità di chetoni attraverso una scala di colorazione. I test delle urine sono convenienti nel senso che sono economici e sono anche facile da usare.

Tuttavia, aspettati risultati imprecisi. I test delle urine controllano solo i chetoni residui e quindi non utilizzati nel tuo corpo e quindi espulsi attraverso. Ecco perché le strisce ti offriranno una colorazione più scura e quindi, indicando più chetoni, quando sarai nuovo a questo stile di vita.

Il motivo è molto semplice: all’inizio il tuo corpo non è ancora bravo ad utilizzare in modo efficiente tutti i chetoni, quindi parecchi verranno espulsi. Man mano ti adatti alla chetosi, il tuo corpo sarà invece sempre più bravo ad utilizzarli e quindi ci saranno meno chetoni espulsi attraverso le tue urine.

Ed è per questo che dopo un pò di tempo, nonostante tu stia facendo tutto bene, questi test potrebbero darti delle colorazioni più chiare. Inoltre quando ci si idrata bene che è cosa buona e giusta, si possono ottenere risultati ancora più distorti.

Ketonix: misuratore dei chetoni attraverso il respiro

Clicca qui per acquistarlo su Amazon

Questo test, nella quale dovrai soffiare all’interno di un apposito strumento, misura i livelli di acetone nel tuo respiro. Questa è una delle tre tipologie di molecole di chetoni idrosolubili; ed in questo tipo di test, più ne hai, più sei in chetosi.

Questi sono più accurati del ketur test o strisce per le urine nel determinare se sei in chetosi o meno ed ovvimente ha un impatto economico più alto all’inizio, ma dopo non dovrai più acquistare nulla.

Misuratore di chetoni nel sangue

Clicca qui per acquistarlo su Amazon

Ecco questi sono forse il metodo più accurato per valutare il livello di chetosi (se la giocano con Ketonix). Forellino nel dito come per misurare il glucosio, ed il gioco è fatto.

Il rovescio della medaglia è che questi sono parecchio costosi e quindi consiglio di farlo sono nel primissimo periodo per valutare se il nostro attuale stile di vita è corretto, dopodiché possiamo proseguire senza aver bisogno di uno strumento che ci dica se stiamo facendo bene o meno.

Perché questo? Perché arriviamo al mio metodo preferito e sicuramente meno costoso.

Ascolta il tuo corpo e cattura i seguenti segnali:

  • Alito cattivo nella primissima fase, significa che appunto hai la tipologia di molecola acetone in circolo
  • Più facilità di concentrazione
  • Più energia
  • Più controllo dell’appetito, nel senso che non abbiamo più fame improvvisa e che se anche arriva la fame questa è del tutto controllabile e possiamo mangiare anche due ore dopo.
  • Perdita di peso in quanto il nostro corpo ha iniziato a bruciare i nostri grassi per produrre energia e non più il glucosio

Consiglio importante: con l’olio MCT velocizzi il processo. Sono grassi a catena media che bypassano completamente il sistema linfatico ed arrivano direttamente al fegato che poi li converte molto molto rapidamente in corpi chetonici.

4 Strategie per potenziare la tua forza di volontà

4 Strategie per potenziare la tua forza di volontà 22
4 Strategie per potenziare la tua forza di volontà 23

Gli umani sono capaci di straordinarie imprese. Hai il potenziale di correre più di qualsiasi altra creatura nel regno animale, puoi andare avanti per centinaia di miglia senza fermarti. Puoi andare avanti per più di un anno senza mangiare e sopravvivere, ed è stato dimostrato.

Non che tu lo voglia fare o che tu debba farlo. Ma cosa accadrebbe se tu riuscissi a mettere tutto nel raggiungimento dei tuoi obiettivi ed avessi la capacità di tenere duro nonostante tutto e nonostante tutti?

In questo caso avere una forza di volontà a prova di bomba aiuta: l’abilità di tenere duro anche contro gli avvenimenti ed anche quando si hanno pochissime possibilità.

La forza di volontà sembra quasi una cosa astratta, polvere di stella, sembra quasi che alcune persone ce l’abbiano ed altre non ce l’abbiano.

La realtà è che la forza di volontà è molto simile ad un muscolo. Ed infatti risiede in un’area particolare del tuo cervello e puoi costruirla un pochino alla volta, sempre più forte, giorno dopo giorno con alcuni semplici accorgimenti.

Per quanto tempo riesci ad andare avanti senza prendere decisioni sbagliate dipende da una piccola parte del tuo cervello molto vicina alle tue tempie.

Pensa a questo come un conto corrente energetico. Quando inizi la tua giornata è pieno di energia. Ogni volta che fai uno sforzo e che quindi devi prendere una decisione, questo si svuota un pochino.

Devi decidere cosa indossare al mattino? Lo svuoti un pochino. Devi decidere cosa mangiare? Lo svuoti un pochino. Devi lavorare su un progetto per 10 ore? Lo svuoti completamente. E quando è vuoto, è il momento in cui prendi cattive decisioni.

Questo fenomeno si chiama stanchezza decisionale: più decisioni devi prendere, più il tuo giudizio decisionale peggiora.

E questo ovviamente chi lo deve sapere lo sa: perché mettono le caramelle alla cassa secondo te?

Mentre fai la spesa devi prendere decisioni, quindi piano piano svuoti la tua riserva, quando sei alla cassa sei molto più predisposto al desiderio di zuccheri perchè devi tornare a riempire le riserve di glucosio del tuo cervello, ovvero il conto energetico.

La buona notizia è che puoi costruire ed aumentare la capienza del tuo conto energetico e soprattutto puoi ridurre il numero di decisioni durante la giornata con le abitudini.

Ogni volta che esaurisci le riserve, la forza di volontà diventa un pochino più forte. Il miglior modo è di scegliere qualcosa di semplice che si prende cura di se ogni giorno, proprio come accade con le piccole abitudini.

Setta un obiettivo adesso. Scegli qualcosa su cui puoi lavorare ogni giorno, che sia sostenibile. Dopo poche settimane il tuo cervello si abituerà alla nuova abitudine.

E quando ti ritrovi a rispettare la nuova abitudine senza nemmeno doverti sforzare, quando come se tutto accadesse in automatico, è il momento di passare a quella successiva.

In questo modo stai continuamente stressando il muscolo della forza di volontà consentendogli di crescere, ogni giorno. Prima ancora che tu te ne accorga, starai facendo cose che ti sembravano impossibili prima.

A questo punto prenderai il controllo di altre cose nella tua vita: farai meglio al lavoro, avrai relazioni migliori, sarai emozionalmente più stabile e sarai più felice chiaramente!

La struttura è tutto! Ogni volta che elimini un’occasione di scelta dalla tua giornata, salvi un pò di forza di volontà e la tieni per qualcosa di veramente importante per te! Elimina le scelte futili per concentrarti sul tuo obiettivo! 4 consigli per rafforzare la tua forza di volontà!

1. Minimizza il tuo guardaroba: Steve Jobs, sempre solita maglietta nera e New Balance come scarpe. Mark Zuckenberg ha dieci magliette grige identiche, Barack Obama, fa ruotare 3-4 completi al massimo.

Perché? Perché sanno dell’importanza di eliminare decisioni futili. Se ti metti sempre la stessa maglietta non devi ogni volta pensare a come ti sta indosso e stai risparmiando energia mentale.

Avete notate che ho sempre la stessa maglietta a fare i video?

2. Sostituisci la colazione con il Bulletproof Coffe, è più veloce e più economico di ogni altra colazione, e ti tiene sazio fino a pranzo.

3. Scegli 6-7 pasti che ti piacciono, stessi ingredienti. Falli ruotare e quando ti stanchi di un piatto, sostituiscilo con un altro. Se i pasti sono salutari allo stesso tempo forniscono energia giusta al tuo cervello.

4. Programma la tua giornata: biro in mano ed ora per ora programma la giornata, la settimana. Se vedi che perdi la concentrazione subito dopo l’ora di pranzo, metti li il tuo allenamento, ad esempio. Lavori meglio la sera tardi? Inizia più tardi la tua giornata lavorativa ed al mattino fai altro.

Ti ritroverai ad avere più tempo quando organizzi tutto al meglio.

Einstein disse: c’è una forza motrice più forte del vapore, dell’elettricità e dell’energia atomica: la volontà.

Ricorda: la forza di volontà è come un muscolo. E puoi allenarlo e costruirlo ogni giorno.

Come ogni cosa, le parole sono belle, ci fanno emozionare e riflettere, ma se rimangono nell’aria, sono polvere di stelle.

Tra il sapere ed il raggiungimento di un obiettivo c’è solo una cosa: il fare. L’agire. E si deve farlo con costanza.